Operai e camion di Spurgo Varese - SpurgoVarese.com

Cosa si intende per rete fognaria?

La rete fognaria è un complesso labirinto invisibile sotterraneo che, permette la raccolta e il convogliamento delle acque reflue domestiche, industriali e urbane, che dopo essere state sottoposte a trattamenti chimici finiscono nelle foci dei fiumi o direttamente in mare.

La rete di canalizzazione destinata all’allontanamento delle acque di rifiuto deve possedere la caratteristica di essere perfettamente impermeabile al fine di impedire ogni infiltrazione di acque nocive nel sottosuolo urbano. Inoltre, deve essere isolata dall’atmosfera della città affinché a questa non possano pervenire i diversi gas che si sviluppano dai liquami.

Le fogne praticabili si costruiscono in muratura di pietrame o di mattoni, di calcestruzzo cementizio semplice o armato, o di grès, un materiale ceramico a pasta dura. Le diramazioni che provengono dagli edifici e dalle caditoie stradali sono costituite da tubazioni di piccolo diametro, che si innestano presso il fondo delle fogne. In testa a tutte le fogne elementari della rete, specialmente in quelle nere del sistema separatore, vengono disposti i serbatoi o pozzetti di cacciata per facilitare l’espulsione delle acque reflue.

Chiamaci: 3711743951

I serbatoi immettono periodicamente acqua nel canale per smaltire le materie ristagnanti. In determinate circostante, attraverso degli appositi drenaggi, si immettono nella fognatura, allo stesso scopo, le acque provenienti dalla falda sotterranea.

A seconda del tipo di acque reflue, le fognature si distinguono in fognature urbane e fognature industriali.
Le acque reflue si dividono in due grandi categorie: acque nere e acque bianche.

Le prime riguardano le acque di scarto provenienti da attività domestiche ed industriali, caratterizzate dall’elevata concentrazione di sostanze dannose per l’uomo e l’ambiente. Alcuni esempi sono le acque di scarico industriale, quelle provenienti dai servizi sanitari, le acque grigie, ossia quelle provenienti da cucine e lavanderie e acque grasse ovvero quelle con un elevata concentrazione di oli e detersivi. Le acque bianche invece, sono quelle meteoriche di dilavamento, le acque utilizzate per il lavaggio delle strade e quelle di raffreddamento provenienti da attività industriali.

Le fognature urbane si dividono in sistema unitario o fognatura mista, che raccoglie le acque di rifiuto urbano e le acque pluviali e sistema separato, che utilizza due reti separate: la fognatura nera e la fognatura bianca.

La fognatura nera è adibita alla raccolta e al convogliamento delle acque reflue urbane unitamente alle eventuali acque di pioggia, mentre la fognatura bianca, conosciuta anche come fogna pluviale, è destinata alla raccolta delle acque meteoriche di dilavamento e di lavaggio delle strade. Nelle fogne bianche di nuova costruzione l’autorità competente può richiedere che le acque di prima pioggia debbano essere sottoposte, prima del loro smaltimento, ad un trattamento di grigliatura, disoleazione e dissabbiatura, ovvero un trattamento che serve per rimuovere e ridurre i materiali sospesi e galleggianti.

Chiamaci: 3711743951

Canalizzazioni

Le canalizzazioni, in funzione del ruolo che svolgono nella rete fognaria sono distinte secondo la seguente terminologia: fogne, collettori ed emissari.

Le canalizzazioni elementari sono le fogne. Esse sono sistemate in modo da raccogliere le acque provenienti dai fognoli di allacciamento delle utenze e dalle caditoie pluviali, convogliandole ai collettori. Il fognolo è una parte della fognatura che raccoglie le acque dagli scarichi degli edifici e da quelli stradali e le convoglia nella fogna. I collettori sono canalizzazioni che costituiscono l’ossatura principale della rete e raccolgono le acque provenienti dalle fogne più importanti e quelle ad essi direttamente addotte da fognoli e caditoie. Gli emissari sono quelle parti in cui convogliano i collettori. Sono canali esterni all’abitazione, che, partendo dal termine della rete, trasportano le acque raccolte all’impianto di depurazione.

Chiamaci: 3711743951

Aspetto igienico

Effettuare una pulizia della rete fognaria è importante da un punto di vista strettamente igienico. Infatti, le deiezioni contengono miliardi di germi che possono essere causa di gravi malattie, pertanto le condutture fognarie allontanano questi rifiuti dai centri abitati nel più breve tempo possibile prevenendo la diffusione di malattie.

Nelle cascine o in qualsiasi località in cui manca un impianto pubblico di fognatura, si utilizzano le fosse biologiche o fosse settiche convenzionali. Quest’ultima è costituita di mattoni, calcestruzzo o metallo ed ha la capacità di almeno due quintali. Le deiezioni entrano nella fossa e vengono invase da particolari batteri che vivono nelle sostanze di rifiuto solide e che distruggono i batteri dannosi che pullulano nelle sostanze liquide. I liquidi, in seguito, escono dalla fossa attraverso un sistema di “tubature collegate” sistemate subito sotto la superficie del suolo. Infine, questi liquidi vengono assorbiti dal terreno.

Una fossa biologica deve essere svuotata ogni circa sei mesi per evitare la fuoriuscita di liquami all’esterno. La sistemazione delle deiezioni in una città costituisce un problema decisamente più complesso. Dalle tubature delle case private, degli edifici pubblici e degli stabilimenti, le deiezioni vengono raccolte in grandi condotti, dove, in seguito a speciale trattamento con calce, o con una miscela di calce ed alluminio, oppure ancora con calce e solfato ferroso, si decompongono.

Per prevenire l’accumularsi dei gas velenosi od esplosivi, che si formano dalle deiezioni in decomposizione, le tubature devono essere sufficientemente ventilate. È per questo che, a distanza di una decina di metri l’uno dall’altro, vengono collocati, nelle condutture, dei serbatoi, o camere, chiusi con una grata di ferro, dalla quale l’aria possa passare. Vengono anche predisposti dei “sifoni” per evitare che questi gas tornino nelle abitazioni. In queste trappole, si raccoglie, appunto, l’acqua che impedisce ai gas di tornare indietro.

Chiamaci: 3711743951

Manutenzione della rete fognaria

La manutenzione delle fognature richiede degli interventi da eseguire in tempistiche specifiche, per garantire il corretto funzionamento degli impianti, necessari per svolgere tutte le attività quotidiane all’interno, per esempio, di un appartamento.
I guasti alle fognature potrebbero scaturire da alcuni difetti delle tubature o dei condotti. A tal proposito è buona norma eseguire sempre le dovute verifiche, onde evitare l’insorgere di gravi malfunzionamenti e un aumento dei costi di riparazione. Ad esempio, un uso scorretto degli impianti di scarico è spesso una conseguenza di cattive abitudini, come quella di gettare nel wc qualsiasi rifiuto, oppure versare prodotti e sostanze che andrebbero smaltiti in altro modo.

La manutenzione e l’intervento riguarda non solo tubature domestiche, ma anche quelle pubbliche, come ad esempio i tombini. Proprio per questo motivo, in corrispondenza di punti singolari della rete fognaria, devono essere sistemati dei pozzetti di ispezione per permettere agli operatori ecologici di accedervi per effettuare le dovute operazioni di manutenzione e controllo.

Chiamaci: 3711743951

Operazioni di pulizia: chi interviene?

Per le operazioni di pulizia di un sistema fognario entra in gioco la nostra ditta di autospurghi a Varese che interviene mediante numerose attrezzature. Videoispezioni e canal jet sono solo alcuni esempi della tecnologia di cui le ditte ecologiche sono dotate per operare in casi di manutenzione, pulizia ed eventuali riparazioni della conduttura.

Gli interventi sono immediati e mirati a svolgere al meglio il servizio ecologico richiesto al fine di prevenire danni alla salute, ma anche nel rispetto dell’ambiente.

Chiamaci: 3711743951

Chiudi il menu
Call Now ButtonCHIAMA SPURGO VARESE